Ghost Town, il GDR WESTERN pi� storico della rete
Ghost Town - il forum del GDR



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Cosa si intende con "giocare bene" a GT
 
fondatore
  Inviato il:
Quote Post


Fondatore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 82
Utente Nr: 1
Iscritto il: 27-Ott-2007



Premessa:

Leggete e dite la vostra in quanto, da questa discussione (e quindi dagli eventuali punti d'incontro che nasceranno), verr stilato un "regolamento specifico per il gioco"


Come giocare su GT

Prima di lanciarci in dissertazioni infinite, è meglio specificare cosa sia GT. GT è un gioco di ruolo.
Dalla pagina relativa ai primi aiuti:
Cosè un GDR?

GDR è una sigla, che rappresenta, in esteso, "Gioco Di Ruolo".
Nel nome ci sono due termini che balzano allocchio. Vediamo di mettere un po laccento su di essi:
  • Gioco: è qualcosa che serve per divertirsi
  • Ruolo: posizione che richiede un certo comportamento
Ciò significa che in questa comunità virtuale, si intende giocare un ruolo per divertirsi.

Il mezzo comunicativo tra i giocatori, su GT, è quello della scrittura. È tramite essa che voi interpreterete il vostro personaggio.
Esatto! Interpreterete. Ciò significa che tutto quello che scrivete deve essere in relazione al vostro personaggio! Sue azioni, suoi discorsi. Nessun messaggio OFF in mezzo alla chat, non è in relazione al pg.

Giocare Bene: coerenza
La coerenza dev'essere ad ampio raggio...
  • Ambientazione: a GT, il vostro personaggio si ritroverà in una porzione del West (vedi ambientazione per i dettagli quali luogo e data -quest'ultima sempre aggiornata all'interno di GT stessa-). Ciò significa che, ad esempio, non potrai pretendere d'ottenere una ferrari in quanto essa non esiste.
  • Il tuo pg (1): non di rado mi sono imbattuto in land dove un giocatore muoveva un pg che svolgeva funzioni di sceriffo senza macchia e paura. Poi, dopo qualche mese, stufandosi, ecco che gli faceva cambiare completamente genere e lo rendeva un furfante senza pari. Non bisogna fraintendere questo discorso... esso non vuol dire che se sei sceriffo devi restare sceriffo a vita. Esso vuol solo dire che se delinei il tuo pg come qualcuno di servizievole e sempre pronto a dar la mano, devi attenerti o essere in grado di portare avanti gradualmente una sua lenta modifica.
  • Il tuo pg (2) / "Realtà": se le abilità del tuo personaggio sono basse, non potrai pretendere d'essere il pistolero più temuto di tutto il West, e quindi non potrai pretendere d'andare in giro a fare il gradasso ed intimorire tutti (a volte si nota giocatori appena iscritti che pretendono essere Lucky Luck, oppure banditi/cacciatori di taglie/sceriffi/... che pensano d'essere imbattibili...). Ricordatevi, quindi, le abilità. Se, ad esempio, avete un bello 0 nell'abilità legata al lazzo, non potrete pretendere di catturare al volo un mustang che corre in mezzo alla prateria. Per quanto riguarda la coerenza, potremmo citare i pensieri, ma li vedremo in seguito.
  • Pg/Giocatori: in nessun caso voi avrete contatti come persone. Il pg "bastardo" magari è mosso dalla persona più gentile del mondo, o viceversa, e magari no. Non è dato a sapere, e per tale ragione se il pg "X" arriva e nel corso della giocata insulta pesantemente il vostro pg, non dovete iniziare a prendervela personalmente.


Giocare Bene: prima di giocare

Potrebbe sembrare un paradosso (o, semplicemente strano), ma per giocare bene bisogna fare qualcosa prima ancora d'iniziare a giocare.
Prima di registrarvi dovreste aver letto i documenti iniziali, almeno e obbligatoriamente (per definirvi informati su GT) ambientazione e regolamento. Dando per scontato ciò, prima d'iniziare una qualsiasi giocata dovreste:
  • Esplorare la land (senza scrivere!) trovando risposta a queste semplici domande: come mi muovo? Dove trovo le informazioni? Dove/come lavoro?...
  • Completare la scheda. Essa rappresenta il vostro personaggio, ossia quel che gli altri vedranno di voi (nello specifico: avatar e profilo). È inutile entrare in gioco se il pg "non ha un volto"
  • Completata la scheda (ed ottenuti i punti iniziali legati ad essa), dovreste visionare una chat nella quale si gioca, cercare di capire come funziona (in teoria, lo stile di gioco dovrebbe esser presente nel regolamento). Su GT troverete, accanto allo spazio dove inserite il testo, un'immagine con il punto interrogativo. Cliccandoci sopra scoprirete i comandi principali per fare le azioni e/o parlare.


Giocare Bene: giocare

  • La prima cosa da fare è un'azione d'entrata o una serie d'azioni d'entrata. Ripensiamo alla "coerenza" e poniamo un esempio: al bancone del saloon c' una rissa. Il pg "X" ha tirato un pugno ad "Y", il quale però deve aspettare il suo turno (convenzione onde rendere più semplice l'interazione tra pg trovandosi nella stessa locazione). Pensate realmente che voi possiate scrivere che entrate nel saloon (quindi, prima eravate fuori, aprite la porta -o spingete le ante- e v'immettete nel locale), salutate i presenti, e raggiungete il bancone, il tutto in un'azione? In altre parole, voi passereste tutto il locale, tra un pugno e l'altro? Nemmeno a corsa sarebbe possibile. In un recinto invece potrebbe bastare un "scavalca la staccionata"... è un'azione che nella realtà richiede qualche secondo
  • Il vostro pg non ha mai visto il pg "X"? Bene, è la stessa situazione nella quale vi ritrovereste voi di fronte ad uno sconosciuto. Questo significa che non sapete niente di lui e, quindi, il vostro pg non conosce niente di "Y", se non magari cose ovvie lasciate intravvedere (ad esempio un soldato con la divisa --> su GT esiste un sistema per "cambiare il simbolo", quindi un soldato con il simbolo soldato significa con la divisa, senza vuol dire in civile <-- è chiaramente identificabile come soldato. Ma... se durante una giocata con il master un bandito si definisce "vestito con una divisa"? Semplice, al vosto pg apparirà come un soldato... Se voi giocatori vedete il simbolo "bandito", il vostro pg non lo può sapere.... ancora, coerenza)
  • Pensieri... voi siete in grado di capire i pensieri degli altri? No! Magari siete in grado di "indovinarli" dalle mimiche... una faccia triste significherà magari pensieri tristi, ma voi provate ad indovinare. Stessa situazione tra i pg. Se volete far sapere che il vostro personaggio è triste, non scriverete "+ pensa tristemente al suo cane appena morto". Gli altri non possono sapere che il vostro cane sia morto. Bisognerebbe scrivere semplicemente "+ avanza con espressione triste". Se qualcuno rimane "colpito" dall'espressione triste, potrà scrivere "+ s'avvicina a [tuo pg] e gli chiede cosa sia successo".
  • Azioni autoconclusive... sono da evitarsi completamente. Non potete scrivere: "+ s'avvicina a 'X' dalle spalle senza essere visto/sentito". Nel caso di presenza di un master, spetterà a lui dire se riuscite o meno, altrimenti dovreste mettervi d'accordo. Non essendo sempre possibile trovare un punto d'incontro tra menti diverse, ecco che su GT ci sono anche i test che potranno creare l'aspetto "casuale" (tenendo comunque in considerazione le vostre abilità). Per domande sui test, non esitate ad aprire un'apposita discussione sul forum qual'ora lo riteneste utile.
  • L'uscita, andrebbe fatta con il medesimo criterio dell'entrata. Un personaggio "lasciato" da qualche parte, verrà considerato fermo li (seppur si sveglierà, dormirà...), quindi la prossima volta dovreste iniziare dalla locazione dove l'avete lasciato, o quella dove l'avevate mandato.

Sono, in ogni caso, sempre sconsigliabili:
  • vocaboli non riconducibili al periodo storico o riferimenti offgame quali "vado a cena/pausa caffé/...".
  • le correzioni in chat, dopo un errore di digitazione o di ortografia. Sono pratiche inutili poichè spezzano il gioco e sono ammissibili solo quando inevitabili, vale a dire se portano a un errore di senso, sconvolgente il gioco
  • il linguaggio MSN/SMS/chat generiche. Sono certo fastidiose in un concetto di Buon Gioco, soprattutto in quanto mortificano una sua componente essenziale: l`interpretazione descrittiva. Le descrizioni sono dunque essenziali a GT e sostituirle con abbreviazioni, emoticons ed altre similitudini, inevitabilmente sminuisce e uccide il descrittivo psicologico e la qualità interpretativa. Alle faccine va inserita una descrizione fisica (sorride, ammicca, piange, strabuzza gli occhi, stringe la mano a pugno,...) oppure qualche inflazione del tono (urla con rabbia..., sussurra dolcemente,...)


Giocare Bene: azioni/parlato

Azioni e parlato, in sé, non creano problemi, se non che... E se si mischiassero le cose?

Personalmente reputo che bisogna vedere se è più azione o se è più parlato.
Nel caso in cui fosse maggiormente presente l'azione, il parlato andrebbe messo tra le virgolette:
+ dopo esser sceso da cavallo ed essersi tolto un po' di polvere dai vestiti, dirigendosi verso l'entrata del saloon, notando una donna, la saluta toccandosi il cappello "Miss..."

Nel caso in cui fosse maggiormente presente il parlato, l'azione andrebbe messa tra maggiore e minore:
Buon giorno Miss . Sarebbe così cortese da indicarmi un buon posto dove poter coricare queste povere ossa rotte da lunghi giorni in sella ad un cavallo, senza incorrere nel rischio di trovarsi le pulci addosso?

Giocare Bene: questioni "speciali"
Come posso evitare che sia il mio personaggio il soggetto dell`azione?
Generalmente ogni azione che scriviamo inizia con il nome del personaggio, situazione che lo rende soggetto della frase. Vi sono però situazioni dove le azioni si riferiscono qualcosa di diverso, come ad esempio il proprio cavallo che sbuffa o "picchia" lo zoccolo sul terreno.
Semplicemente, non potete evitare di comparire come "soggetto", ma potete aggirare l'ostacolo con scritte di questo genere:
+ udendo i sordi tonfi provocati dallo zoccolo che il proprio cavallo, ritmicamente, "picchia" sul terreno, si volta ad osservarlo, notando così...
In altre parole, partendo da voi passate ad un altro elemento (nell'esempio il cavallo, ma potrebbe essere un uccello nel bosco, un personaggio casuale quale ad esempio un altro presente nel saloon,...)

Proprio questo esempio, ci porta ad un'altra questione speciale...

Posso interagire con personaggi "inventati"?
La risposta è: "Si, entro certi limiti". Ad esempio, potete dire che entrando nel saloon vedete un vecchio intento a fumarsi la pipa. Potete anche dire che vi fermate un po' a parlare con lui... quel che non potete fare però è, ad esempio, scrivere che vi offre il pranzo, vi regala tutti i suoi soldi,... In breve, non potete utilizzare questi personaggi inventati al fine d'ottenere dei vantaggi qualsiasi nel gioco. Esso è concesso unicamente in presenza di un master.

Ok, non posso "pensare", ma posso sussurrare in modo tale che solo io e "X" sappiamo quel che dico?

Certamente! Ma il tutto dev'essere fatto in gioco! Prima di un sussurro (su GT: @Nome_dell'altro_pg@sussurro) occorre avvicinare fisicamente i due personaggi tramite azioni.

E passare gli oggetti?

Come per i sussurri, è possibile (a patto che non siano personaggi propri!) tramite azione in chat. Se sono vicino glielo do a mano, se sono "a portata di lancio" glielo lancio. Attenzione che, volendo, un giocatore tra i due potrebbe tentare d'intercettarlo -in gioco-!

Tag di locazione

Come si usano?

Esse possono essere utilizzate per mantenere una posizione (esempio: [A destra di X primo tavolo a sinistra, schiena contro la parete]), ma possono esser omesse in quanto presenti nell'azione che si fa. A discrezione, quindi, dell'utente.

Quando devo scrivere? (turni)
In linea di massima, se nel primo turno il primo a scrivere è il pg "X" seguito da "Y", poi da "Z" ed infine entra in gioco il vostro pg, il turno seguente sarà "X","Y","Z","vostro pg". La questione diventa delicata nel caso in qui, ad esempio al saloon, vi fossero dei gruppetti... uno al tavolo, uno al bancone, l'altro magari che si definisce ancora fuori. In questo caso, tra due azioni di un pg "X", ci dev'essere una e una sola azione di tutti gli altri che sono nella chat, ma l'ordine di queste azioni subordinato ai rapporti di interazione o, in altre parole, da dove i pg si trovano. Esempio "pratico":

Al tavolo: Pg "X" e Pg "Y"
Al bancone: Pg "Z" e Pg "G"
Fuori: Pg "O" e Pg "W"
In pratica: se all'inizio pg "X" ha scritto prima di pg "Y", nei prossimi turni dovrà ancora scrivere lui prima di "Y", ma se "Z","G","O" o "W" dovessero scrivere prima, non è sbagliato.

Azioni lunghe o corte?
Collegandoci alla coerenza (vedi lo spostamento dall'entrata al bancone del saloon), la risposta che ne esce è che 2-3-4 righe rendono il gioco più veloce. Inoltre, usando più azioni per uno spostamento, si dilazionerà la descrizione del personaggio (vestiario/mimica/...) ottenendo lo stesso risultato che con un'azione lunga, ma senza dover aspettare 15 minuti tra un'azione e l'altra (di due pg diversi, e quindi forse aspettare più di 30 minuti tra le vostre)

Gli oggetti... se non li ho in scheda?

Essendo che il vostro pg vive la sua vita e che tale vita deve rispettare la coerenza, se non possedete qualcosa, non potete giocarvelo. Dato che, è vero, non tutti con 30 e più anni (parlo degli anni del pg) sono senza un soldo e senza niente, per BG buoni o per certi mestieri, si pu ricevere qualche cosa. In ogni caso anche durante le giocate si può venire in contatto con situazioni tali che potrebbero darci qualcosa... un furto, un regalo, un baratto,... L'importante è ricordarsi, per l'appunto, che senza un oggetto in scheda, non potrete pretendere di giocarvelo. Senza coltello non posso accoltellare, senza cavallo non posso cavalcare, senza cappello non posso salutare togliendomelo di fronte ad una Miss,... ecc ecc (per i primi vestiti, seppure "sgualciti", ne trovate a gratis al mercato)

Nota per i master. È vostro compito verificare se un utente si gioca oggetti posseduti o meno. Una giocata fatta con oggetti che non sono posseduti e dichiarati negli oggetti in uso, sono da considerarsi nulle in quanto impossibilitate ad avvenire.


Rammentiamo, inoltre, che bisogna essere in grado di far distinzione tra quanto capita tra i personaggi e quel che è la persona che li muove. Sfortunatamente, tramite il web, non si sà mai con chi si ha a che fare, quindi conviene mantenere le distanze.
Ulteriore problema, sono le questioni di gioco che vengono prese come attacchi personali. Se si pensa che uno ce l'abbia con voi, un semplice "Ma ciao" potrebbe esser preso come un "saluto ironico", mentre dall'altra parte era un saluto sincero. Le "accuse" generali spesso e volentieri vengono recepite come personali, e così via... proprio per tale problema, è da evitare in ogni situazione nella rete (si esce quindi dall'ambiente esclusivamente legato a GT) di usare parole che, se lette da noi, darebbero spiacere.
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Scarlett
Inviato il:
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Cariche Cittadine
Messaggi: 2
Utente Nr: 49
Iscritto il: 15-Apr-2009



Che dire Fondatore?...un lavoro grosso...un lavorone davvero...per il quale ora ti dico GRAZIE!!...mi risevo di leggerlo con molta calma e attenzione (quest'ultima a quest'ora e con sto caldo in via d'estinzione
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
) cmq a grandi linee mi pare d 'aver capito tutto
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
e non poco...
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!


PMEmail Poster
Top
Adv
Inviato il:














Top
 
Patricia
Inviato il:
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Cariche Cittadine
Messaggi: 41
Utente Nr: 45
Iscritto il: 07-Apr-2009



Standing Ovation per Fondatore!
PMEmail Poster
Top
 
Will
Inviato il:
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Staff
Messaggi: 32
Utente Nr: 5
Iscritto il: 04-Giu-2008



Good work, capo, ben fatto.

W.
PMEmail Poster
Top
 
David
Inviato il:
Quote Post


Newbie
*

Gruppo: Tutori dell'ordine
Messaggi: 9
Utente Nr: 22
Iscritto il: 19-Feb-2009



si un lavoro ben fatto mi piace piu il fatto del

Azioni autoconclusive... sono da evitarsi completamente. Non potete scrivere: "+ s'avvicina a 'X' dalle spalle senza essere visto/sentito". Nel caso di presenza di un master, spetter a lui dire se riuscite o meno, altrimenti dovreste mettervi d'accordo. Non essendo sempre possibile trovare un punto d'incontro tra menti diverse, ecco che su GT ci sono anche i test che potranno creare l'aspetto "casuale" (tenendo comunque in considerazione le vostre abilit). Per domande sui test, non esitate ad aprire un'apposita discussione sul forum qual'ora lo riteneste utile.

Poi mi piace la parola cerca di fare cerca di prendere, cerca di dare, prima di fare il test a mio avviso dobbiamo inserire il fattore casualit come stato detto sopra ( o almeno cosi mi parso di capire)
es: se scrivo il mio pg tizio alza la mano destra cercando di dare un pugno a caio
(non detto che riesca a dare un pugno a caio, se sbaglio il test il pugno va a finire altrove o caio lo schiva ecc...) quindi secondo me dobbiamo molto di piu inserire il fattore casualit, come ad esempio saltare laa staccionata non detto che uno ci risca, puo darsi che si sbagli ail test e si inciampi sulla staccionata finendo rovinosamente a terra...(insomma io aggiungrei tutte le azioni che fanno figo un pg si mette il cerca altrimenti no) del tipo cammina per la strada lo fanno tutti e non metto il cerca, bere mangiare ecc.. lo fanno tutti e non metto la parola cerca...ora non so voi ma io mi baso molto su me stesso se guardando me la stessa azione del pg la saprei fare anche io evito il termine cerca altrimenti lo inserirsco...
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail Poster
Top
 
fondatore
Inviato il:
Quote Post


Fondatore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 82
Utente Nr: 1
Iscritto il: 27-Ott-2007



Infatti quello legato a situazioni concernenti altre persone, oppure situazioni quali il saltare un ruscello di un metro e mezzo di larghezza.

Per il tirare il cazzotto, ad esempio... tutti siamo capaci a tirare un pugno ad un sacco di patate, ma contro un'altra persona non detto che abbiamo la stessa "abilit". L'altro magari pi veloce ed evita,...
Only registered users can see pictures
Registrati o Entra nel forum!
PMEmail PosterUsers Website
Top
 
Will
Inviato il:
Quote Post


Advanced Member
***

Gruppo: Staff
Messaggi: 32
Utente Nr: 5
Iscritto il: 04-Giu-2008



Generalmente, un'azione deve essere lasciata in sospeso quando pu arrecare un danno, non necessariamente fisico, od un disagio ad un pg/png, oppure quando pu arrecare danno a se stessi; inoltre, dovrebbero essere lasciate in sospeso tutte quelle azioni il cui esito non dipende esclusivamente da noi, e quindi praticamente moltissime azioni di interazione. Tuttavia, impensabile, nel gdr online pbc, pensare di poter evitare ogni tipo di autoconclusione: dovremmo lasciare in sospeso ogni cosa o quasi, e mentre nel gdr cartaceo si ha modo di ritornare sui propri passi, nell'online quello che scritto scritto. L'importante dotarsi di buon senso, disponibilit (sta anche al giocatore che subisce un'autoconclusiva decidere se adeguarcisi, a volte motivo di merito) e soprattutto, quando si in dubbio, sempre bene chiedere.

W.
PMEmail Poster
Top
 
fondatore
Inviato il:
Quote Post


Fondatore
***

Gruppo: Admin
Messaggi: 82
Utente Nr: 1
Iscritto il: 27-Ott-2007



Tho... non avevo visto questa considerazione del buon Will (manchi pard! Se ci sei ogni tanto vieni pure a farci visita).

A volte l'azione autoconclusiva effettivamente potrebbe esser inevitabile. In ogni caso, e questo lo dico per giocate viste ultimamente...

Non si pu "utilizzare" un altro pg, nemmeno se esso assente.

Cosa intendo con "utilizzare un altro pg"?

Ad esempio:

+ s'avvicina con l'amico XYZ (scollegato, magari al mare) alla trave a la alzano dopo aver contato sino a tre.

PMEmail PosterUsers Website
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 2.2679 ]   [ 22 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]

Skin by Etab
EXAMP.COM